Tutto quello che c’è da sapere sul nucleare

Il nucleare è un argomento molto dibattuto in Italia in questo momento in quanto il governo Berlusconi ha deciso di rilanciare il nucleare costruendo 4 centrali nucleari. Inoltre il 12-13 giugno sono previsti 4 referendum, uno dei quali chiede di annullare la legge sul piano nucleare che il governo ha varato, stoppando quindi sul nascere un nuovo possibile piano nucleare.

In questa discussione cercherò di argomentare tutti i motivi per cui ritengo che il piano nucleare italiano sia assolutamente da evitare e cercherò di rispondere a tutte le argomentazioni a favore che fanno i nuclearisti. La discussione verrà continuamente aggiornata anche in base a ulteriori dati che verrò a conoscenza o che voi porterete a mia conoscenza.

Quindi innanzitutto invito a partecipare al referendum e a votare SI per dire no al nucleare.

MOTIVI PER DIRE NO AL NUCLEARE:

1) Non è vero che il nucleare è una tecnologia sicura:

Da sempre i nuclearisti sostengono che il nucleare non è una tecnologia rischiosa e che anzi, rispetto a tante altre è quella meno rischiosa in quanto gli incidenti si contano sulle dita di una mano, i morti per nucleare sono pochi, il nucleare non ha conseguenze sulla salute delle persone………

LE ARGOMENTAZIONI DEI NUCLEARISTI:

1) Nei prossimi 10 anni si spenderanno 50 miliardi di euro per le rinnovabili (è una stima fatta dal governo), quindi le rinnovabili sono costose

i 50 miliardi sono quelli di incentivi per le energie rinnovabili “e assimilate”. E il trucco sta tutto in questa parola. Infatti la parola “e assimilabili” nasconde i miliardi di euro che ogni anno vengono regalati alle società che gestiscono gli inceneritori (circa 4 miliardi all’anno, cioè l’80% degli incentivi concessi alle rinnovabili). Quindi le vere rinnovabili assorbirebbero solo 10 miliardi di incentivi Quindi se l’Italia paga una bolletta elettrica più alta, rispetto ai Paesi vicini, è proprio perchè si sprecano tanti miliardi per gli inceneritori. (da http://www.julienews.it/notizia/cultura-e-tempo-libero/ad-annozero-testa-e-il-pdl-promuovono-il-nucleare-con-le-menzogne/78622_cultura-e-tempo-libero_7.html)

2) Nel mondo muoiono 2 milioni di persone per l’estrazione del carbone e per le centrali a carbone.

OK, nessuno nega questo ma non è che si sostituisce un male con un altro. Chiaramente siamo tutti d’accordo che nel tempo la produzione di energia da carbone e da altri combustibili fossili debba essere sempre più ridotta sostituendola con quella derivante dalle energie alternative

3) L’Italia è circondata da altre centrali nucleari

Certo, anche qui nessuno nega la cosa. Ma non si può nemmeno negare che una cosa è avere una centrale a 100 o 200 o 500 chilometri di distanza e un’altra è averla a 5, 10 o 30 km di distanza. Le tragedie di Chernobyl e Fukushima dimostrano che gli effetti più gravi di un incidente si hanno nel cerchio dei 30 chilometri di diametro intorno alla centrale e più che ci si allontana più che diminuiscono.

4) l’energia nucleare ci aiuterebbe a renderci indipendenti dalla produzione di energia

Falso. Anche ammettendo che riuscissimo a renderci completamente indipendenti dall’utilizzo dei combustibili fossili tipo petrolio e carbone, diventeremmo dipendenti dai paesi produttori di uranio. Quindi passeremmo da una dipendenza ad un’altra, visto che uranio in Italia non ce n’è. E poi per realizzare una centrale nucleare ci vogliono minimo 10 anni, ma conoscendo le tempistiche italiane sicuramente ci vorranno molti più anni. E nel frattempo che facciamo? continuiamo a dipendere dagli altri paesi produttori? Una centrale nucleare produce energia solo dopo molti anni. L’energia da rinnovabili si produce subito dopo pochissimo tempo e non dopo 10 anni.

5) Alle sette della sera a febbraio, c’è il picco di consumi, di 60 Gw. Come si raggiunge con le centrali convenzionali?

a parte che il dato è falso (il picco del consumo, di 57 Gw e non di 60, è stato raggiunto sempre nei mesi di luglio ed agosto, tra le 11 e le 17), chi l’ha detto che alle sette della sera fotovoltaico ed eolico non producono energia? D’inverno, un impianto fotovoltaico messo sul tetto di una casa di città, alle sette di sera, producono circa 0,3-0,5 kilowatt ogni 10 metri quadri ( da http://www.julienews.it/notizia/cultura-e-tempo-libero/ad-annozero-testa-e-il-pdl-promuovono-il-nucleare-con-le-menzogne/78622_cultura-e-tempo-libero_7.html )

6) Importiamo energia nucleare dalla Francia

L’Italia non importa energia nucleare dalla Francia, ci specula. Vediamo un po’ perchè. La Francia ha tantissime centrali nucleari, che – tra le varie caratteristiche negative – si caratterizzano dal fatto di non poter essere spente facilmente (le procedure di spegnimento possono durare da giorni a settimane). Quindi la Francia la notte produce molta più energia di quella che può consumare. E quindi, piuttosto che farla disperdere, ce la vende sottocosto, anche rispetto al normale prezzo notturno dell’energia (più basso del normale). L’Italia usa questa energia per far funzionare le pompe che riempiono di acqua i laghi artificiali delle centrali idroelettriche. Poi di giorno, quando il prezzo dell’energia sale, si fa scaricare l’acqua, si produce energia elettrica e la si vende all’estero ad un prezzo di almeno 5 volte superiore a quello a cui l’abbiamo acquistata dalla Francia. Ma non c’è bisogno di importarla per le nostre necessità. ( da http://www.julienews.it/notizia/cultura-e-tempo-libero/ad-annozero-testa-e-il-pdl-promuovono-il-nucleare-con-le-menzogne/78622_cultura-e-tempo-libero_7.html )

7) L’incidente di Fukushima è stato generato da un evento imprevedibile ed eccezionale.

Riporto le parole di Angelo Baracca, professore di Fisica all’università di Firenze: “Si è detto e ripetuto che all’origine dell’incidente nucleare ci sarebbe stato un terremoto di inusuale grandezza (nono grado della scala Richter), del tutto eccezionale e imprevedibile. Falso. La scossa che ha colpito l’impianto è stata di settimo grado, circa 900 volte minore del nono, registrato all’epicentro, a circa 25 miglia dalla costa. Le misure dei 53 sismografi collocati all’interno della centrale di Fukushima, rese pubbliche il 16 maggio scorso dalla Tepco, dimostrano che l’intensità del sisma ha superato di poco i valori di riferimento, utilizzati per la costruzione dell’impianto”.
“Tra l’evento sismico  che ha causato l’arresto dei reattori, e l’arrivo dello tsunami sono passati 50 minuti in cui si sono verificate alcune gravi anomalie nei reattori 1 e 2 , poi amplificate dall’effetto dell’onda che ha messo fuori servizio i diesel di emergenza. Questo significa che gli incidenti sono stati innescati direttamente dal terremoto e non solo dallo tsunami, come vorrebbero farci credere”. (da http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/su-fukushima-nascosta-la-verita-vogliono-minimizzare-le-conseguenze-dellincidente/114917/ )

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...